sicurezza lavori luoghiLe prescrizioni minime di sicurezza e di salute da attuare nei cantieri temporanei e mobili, sono rivolti in primo luogo ai committenti di opere edili, sia pubbliche che private, ai quali vengono imposti obblighi di programmazione, organizzazione e controllo della sicurezza.

L’esigenza di coinvolgere i committenti nel processo preventivo nasce dai dati riportati dalla Commissione europea sulle cause degli infortuni, dai quali risulta che l’ 80% degli incidenti mortali sul cantiere dipendono da una causa determinata da scelte effettuate prima dell’inizio dei lavori.

In particolare, circa il 35% degli infortuni mortali sono dovuti a cedute dall’alto, e questo tipo di infortunio affrontabile principalmente mediante la concezione architettonica, la concezione delle attrezzature, dei materiali e dei posti di lavoro. lnoltre, circa il 28% degli incidenti mortali sono originati dall’esecuzione di attivitĂ  simultanee ma incompatibili, legate ciod una carenza di organizzazione del cantiere, affrontabile in fase progettuale. Queste considerazioni evidenziano l’esigenza di spostare il processo preventivo a monte dell’apertura del cantiereinfatti, deve esservi una figura in grado di coordinare le varie imprese operanti nel cantiere sotto il profilo della sicurezza. Al fine di evitare pericolosi malintesi e’ bene ribadire che le norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro nelle costruzioni stabiliscono che si deve prioritariamente guardare nella predisposizione della sicurezza in cantiere.

Tuttavia, accanto alle responsabilitĂ  dell’Impresa, vengono definite responsabiliti altre figure in materia di prevenzione:

il Committente, il Responsabile dei lavori, il Coordinatore per la progettazione ed il Coordinatore per l’esecuzione.

Il ruolo dei Coordinatori appare centrale in tutto l’impianto normativo. Si tratta infatti di figure con professionalĂ  specifiche in materia di sicurezza in edilizia che prima non esistevano; dovranno avere, a seconda dei casi previsti, un titolo di studio tecnico, un’esperienza specifica nel settore ed un attestato di frequenza ad un comodi 80 o 120 ore, e dovranno rispondere penalmente in caso di violazione degli obblighi loro affidaiti.

Con riferimento ai cantieri vengono offerti i seguenti servizi: coordinamento in fase di progettazione; coordinamento in fase di esecuzione; predisposizione piani operativi per la sicurezza (POS); piani di sicurezza e coordinamento (PSC); incarico diretto di coordinatore per la sicurezza nei cantieri.