La sicurezza e’ da sempre il problema dominante della produzione alimentare.

La disponibilita’ di alimenti sicuri e sani e’ da sempre un aspetto fondamentale per garantire al mercato, un livello elevato di tutela della vita e della salute umana. Occorre considerare tutti gli aspetti della catena di produzione alimentare come unico processo, a partire dalla produzione primaria fino all’erogatone degli alimenti al consumatore.

La richiesta di garanzie da parte dei mercati internazionali ha portato ad un aumento dei controlli a fronte di standard e schemi di certificazione, finalizzati ad accrescere la fiducia negli scambi con operatori esteri. La certificatone volontaria di prodotto risponde alla crescente sensibilità del mercato verso la quantà di ciò che viene acquistato.

La certificatone di prodotto permette infatti di assicurare un’effettiva presenza e il mantenimento delle caratteristiche peculiari proprie del prodotto realizzato, condendo queste evidenze alle aspettative reali dell’acquirente.

Tra le certificazioni di prodotto si annoverano:

  • DOP – Denominazione di Origine Protetta;
  • DOC Denominatone di Origine Controllata;
  • DOCG – Denominazione di Origine Controllata e Garantita;
  • IGP Indicazione Geografica Protetta;
  • IGT – Indicazione Geografica Tipica;
  • Agricoltura Biologica;
  • Rintracciabilità di filiera.
  • Le motivazioni per la certificatone di prodotto possono cosi sintetizzarsi:
  • Per accedere a mercati in cui la certificazione di prodotto e’ un requisito;
  • Per migliorare l’immagine dei prodotti;
  • Per aumentare la quota di mercato.